Tutti i sensori e le caratteristiche di Yukon (Air Quality Monitor)

Nella nostra risorsa Cosa permettono di fare i misuratori di qualità dell’aria indoor abbiamo spiegato a cosa servono gli Air Quality Monitor e perché se ne dovrebbe utilizzare almeno uno negli spazi domestici o lavorativi che si frequentano abitualmente.

D’altronde, siamo ciò che respiriamo e conoscere la composizione dell’aria che inaliamo in maniera automatica ogni giorno è il primo passo per il benessere e il comfort quotidiano.

In questo articolo parliamo nel dettaglio di Yukon, il nostro rilevatore di inquinamento dell’aria indoor, di fascia medio-alta, che si avvale di sensori ad alta precisione in grado di monitorare la qualità dell’aria domestica e gli elementi che intaccano sulla sicurezza della persona.

I sensori di Yukon per monitorare l’inquinamento dell’aria indoor

Cosa può rilevare Yukon e quali azioni è possibile adottare una volta che si sa il problema del proprio malessere.

Composti Organici Volatili (VOC)

I composti organici volatili (VOC) sono gas tossici emessi da determinati solidi o liquidi e presenti in vernici, cere, prodotti per la pulizia, la disinfezione, la cosmetica, materiali da costruzione, colle, adesivi, ma anche in carburanti e in attrezzature da ufficio come stampanti e fotocopiatrici. 

Queste sostanze sono caratterizzate da un’alta volatilità, cioè sono in grado di passare dallo stato solido a vapore, inquinando così l’ambiente. Tra le cause di quest alterazione c’è anche un semplice innalzamento di temperatura o umidità. Per questo motivo è necessario garantire una aerazione e una ventilazione adeguata negli ambienti indoor quotidianamente.

Tra i COV più importanti c’è il benzene (presente tra l’altro anche nel fumo di tabacco nella produzione di materie plastiche), e la formaldeide (presente in larga parte nelle vernici dei mobili, colle, resine). Questi sono stati dichiarati dalla comunità scientifica come sostanze cancerogene.

I sintomi dovuti a questo tipo di sostanza nociva ci sono: mal di testa, perdita di concentrazione, sonnolenza, problemi respiratori che, in soggetti sensibili o dopo lunga esposizione, possono diventare anche gravi. 

Per rilevare i Composti Organici Volatili (VOC), Yukon utilizza un sensore intelligente a tecnologia CMOS multicella per avere un’ottima resistenza e durata nel tempo.

Il Monossido di Carbonio (CO)

Il Monossido di Carbonio è un gas molto velenoso, incolore ed inodore, derivato da una cattiva combustione, malfunzionamenti dei sistemi di riscaldamento (come caldaie, camini, stufe) e di apparecchi a legna o gas (come forni o scaldabagni a gas). 

L’alta velenosità di questo elemento fa sì che la sua presenza, anche a bassissime concentrazioni, possa provocare mal di testa, vertigini, nausea, convulsioni, battito cardiaco accelerato, perdita di conoscenza e perfino morte.  

Per questo motivo consigliamo di non usare mai i forni a gas per riscaldare la casa, le griglie da campeggio indoor (sono infatti pensate per l’aria aperta), i generatori in scantinati o spazi chiusi, e non tenere automobili accese in luoghi chiusi, inoltre, il Monossido di Carbonio è presente anche nel fumo di sigaretta, per questo motivo fumare all’interno della quattro mura di casa risulta nocivo da ogni punto di vista.

Al fine di rilevare questo nemico invisibile, Yukon utilizza un sensore a cella elettrochimica inserito in applicazioni di sicurezza, conforme alla normativa EN 50291-1:2018 e certificato UL2075.

Temperatura e Umidità

Temperatura ed umidità sono due valori molti importanti per il comfort domestico. Oltre ad una valutazione soggettiva di ciascun individuo sulla percezione del caldo e del freddo, è definita come temperatura ideale per il corpo umano, una temperatura che va dai 20°C ai 24°C con un’umidità compresa tra il 40% ed il 60%.

Sotto il 40% di umidità il clima in casa diventa troppo secco quindi si avverte il bisogno di bere, ed più facile per i batteri diffondersi aumentando così il rischio di raffreddori ed influenze. Mentre, con un’umidità maggiore si avverte una sensazione di temperatura più alta e si corre il rischio della proliferazione di muffe e condense sulle pareti.

Per far fronte a questo comune disagio, Yukon utilizza un sensore intelligente a lunga durata pre-calibrato industrialmente.

Metano e GPL

La pericolosità di Gas Metano e del GPL all’interno di un ambiente chiuso è dovuta alla concentrazione della miscela aria-gas che se opportunamente innescata, genera un’esplosione. Per ogni gas infiammabile, c’è una soglia minima di concentrazione espressa in percentuale (%), denominata Limite Inferiore di Esplosività (L.I.E.),  oltre alla quale è stato stabilito che il pericolo diventa concreto.

Yukon utilizza un sensore a combustione catalitica inserito anche in applicazioni di sicurezza e conforme alla normativa EN 50194-1:2010.

Formaldeide

La formaldeide è un aldeide di forma gassosa incolore, insapore ma dall’odore pungente. Viene prodotta principalmente in processi di combustione, ma all’interno di luoghi chiusi è facile trovarla sotto forma di fumo di sigaretta. Nel 2004 è entrata a far parte del Gruppo 1 di sostanze cancerogene per l’uomo secondo la “IARC” (International Agency for Research on Cancer).

In ambienti domestici la formaldeide è presente in cosmetici e detersivi, vernici (specialmente fresche), mobili di legno compensato e pressato e in resine artificiali. 

Se inalata a lungo può portare ad una irritazione degli occhi e delle mucose ed una forte difficoltà respiratoria.

Per questo motivo consigliamo di:

  • Limitare l’utilizzo di vernici, adesivi, schiume isolanti, trattamenti e finiture per pavimenti e parquet; e l’acquisto di prodotti in legno pressato, compensato, truciolato, pannelli di fibra a mediadensità (MDF);
  • Tenere ben puliti camini e stufe e bruciare solo legna da ardere ben stagionata e non legname proveniente da vecchi mobili o destinato ad altri usi;
  • Limitare l’uso di carta trattata, carta da parati, cartone e l’acquisto di tendaggi stampati;
  • Evitare di far entrare in casa le emissione di gas (dai tagliaerba agli spazzaneve da giardino) ed evitare di inalare i gas da combustione;
  • Preferire gli arredi naturali e il mobilio di legno massiccio;
  • Limitare il fumo da tabacco;
  • Controllare la composizione dei cosmetici;
  • Tenere le finestre aperte quando si tinteggiano le pareti di casa o si usano vernici (o utilizzare vernici ecologiche);
  • Ventilare la casa regolarmente;
  • Tenere in casa delle piante per rendere l’aria più respirabile;
  • Limitare l’uso di indumenti trattati per non fare pieghe e restare “naturalmente” stirati.

La formaldeide è molto difficile da rilevare in modo accurato. Yukon utilizza un sensore a cella elettrochimica inserito in applicazioni di sicurezza a livello industriale, con eccellente selettività e bassa interferenza all’etanolo.

Il Particolato

Il particolato (chiamato anche PM o inquinamento da particelle) è una miscela complessa di particelle solide e/o liquide in sospensione nell’aria. Le particelle di PM 10 e PM 2.5 hanno un diametro aerodinamico rispettivamente uguale ed inferiore a 10 micrometri e 2,5 micrometri e sono in grado di colpire il cuore e i polmoni e, in alcuni casi, causare gravi effetti sulla salute perché costituite da polvere, fumo e microgocce di sostanze liquide (aerosol).

Il PM si trova anche in tutti gli ambienti interni e molto spesso i livelli di PM indoor possono superare i livelli di PM outdoor; eppure sono meno noti gli impatti specifici del PM indoor sulla salute scatenati da normali operazioni di cottura dei cibi, pulizie, o anche semplicemente dall’utilizzo di oggetti.

Anche semplici variazioni di temperatura e umidità possono innescare la generazione di particolato da parte degli oggetti presenti in casa.

Il particolato è in grado di assorbire gas e vapori tossici sulla superficie delle particelle. Tale fenomeno contribuisce ad aumentare le concentrazioni degli inquinanti gassosi che raggiungono le zone più profonde del polmone, trasportati appunto dalle particelle PM 10 e PM 2.5.

L’esposizione prolungata nel tempo a particolato, già a partire da basse dosi, è associata a patologie quali bronchiti croniche, asma e riduzione della funzionalità respiratoria. L’esposizione cronica, inoltre, è verosimilmente associata ad un incremento di rischio di tumore delle vie respiratorie.

Per questo motivo consigliamo di:

  • chiudere gli interstizi fra muratura e cassonetti delle tapparelle, muratura e corsie delle tapparelle, muratura e casse dei telai delle finestre (es. siliconi, acrilico o simili sigillanti per finiture murali), controllare le guarnizioni delle ante delle finestre, sigillare i vetri ai telai delle finestre;
  • arieggiare con aria pulita le stanze degli edifici nelle prime ore della giornata quando la concentrazione del PM 10 è più bassa, se non c’è aria pulita filtrarla attraverso un filtro HEPA con un ventilatore (noto anche come purificatore d’aria);
  • valutare l’acquisto di filtri per l’abitacolo delle automobili certificati HEPA che garantiscono una reale protezione dalle polveri sottili.

Yukon utilizza un sensore a tecnologia laser, al posto dei più comuni a tecnologia LED, per avere ottima accuratezza nella rilevazione.

Anidride Carbonica (CO2)

L’Anidride Carbonica nota anche come CO2, è un gas inerte, inodore ed incolore, presente naturalmente nel nostro pianeta. Questo gas, in ambienti indoor, viene prodotto principalmente dal processo biologico della respirazione, secondo cui gli individui inalando molecole di Ossigeno rilasciano Anidride Carbonica. Può essere prodotta anche dalle piante, specialmente con assenza di luce.

L’Anidride Carbonica prodotta all’interno di un ambiente chiuso è avvertibile, se presente in grandi quantità, come “cattivo odore” o semplicemente come “aria viziata”. In grandi concentrazioni la CO2 può portare a scarso rendimento, cali di concentrazione, difficoltà nel respirare, cefalea, spossatezza fisica.

Yukon utilizza diverse tecnologie sensoristiche in base al dispositivo, dai sensori più semplici che stimano la presenza di CO2 in base alla concentrazione di VOC e idrogeno, fino ai sensori più accurati e costosi a tecnologia infrarossa per una rilevazione mirata e precisa. Inoltre, dispone di un sensore intelligente a tecnologia CMOS multicella per avere un’ottima resistenza e durata nel tempo.

Tutti i nostri rilevatori di inquinamento dell’aria indoor Yukon possono essere visti e acquistati direttamente dallo shop online.

Vuoi saperne di più sulla qualità dell’aria che respiri? Nella nostra sezione Risorse Utili trovi tutto ciò che ti serve per capire ciò che mette a rischio la salute della tua famiglia e come fare per iniziare a risolvere il problema.