Perché la qualità dell’aria in casa è importante

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha affrontato fin dalla fine degli anni settanta il tema dell’inquinamento indoor in diversi report e convegni ambientali e anche paesi come la Gran Bretagna, la Germania, l’Italia, la Francia e la Danimarca hanno dichiarato la necessità di cercare soluzioni per fronteggiare il problema.

In questo articolo spiegheremo perché è così importante tener controllata la qualità dell’aria in casa e negli ambienti chiusi che si vivono più frequentemente.

Indoor Air Quality: respirare aria pulita per vivere in maniera più sana

Ormai, si trascorre il 90% del tempo in ambienti chiusi come casa, ufficio, ristoranti e palestre ed è stato ormai provato che gli spazi indoor sono da 5 a 10 volte più inquinati rispetto a quelli esterni. Questo perché si sottovalutano i sistemi di ventilazione presenti nei locali o si dà poca importanza a certe abitudini adottate dai singoli individui.

La risoluzione del 13 marzo 2019, a livello comunitario, difende il diritto di respirare aria salubre ritenendo obbligatorio il rilascio di certificati di qualità dell’aria indoor per nuovi e vecchi edifici. Avere a disposizione informazioni affidabili, e sistematicamente raccolte secondo protocolli consolidati, sulla qualità, quantità e origine degli inquinanti diventa, dunque, fondamentale.

Per questo motivo, l’attività del Comitato Europeo di Standardizzazione (CEN) e dell’Organizzazione Internazionale per la Standardizzazione (ISO) fornisce una serie di indicazioni specifiche sulle modalità operative con cui effettuare i controlli.

Come rilevare lo stato di salute dell’aria in casa

Respirare aria inquinata in ambienti chiusi può essere causa di disturbi e patologie che nel tempo indeboliscono il sistema immunitario. Ecco perché bisogna conoscere la composizione dell’aria che si respira e agire in maniera tempestiva sulla risoluzione del problema. Avere quindi un’idea del valore di inquinamento domestico è un valore aggiunto, e si può ottenere facilmente con l’uso di un misuratore della qualità dell’aria indoor, come Yukon.

Grazie a questo strumento, facile da utilizzare, si riescono a controllare i valori che possono intaccare la salute e rilevare anomalie su ciò che si respira negli spazi frequentati abitualmente.

Può succedere che Yukon segni in maniera costante una qualità dell’aria scarsa; questo è causato da particolari PM2.5 e PM10 che sono presenti in quantità elevata. Un fenomeno del genere è ricorrente soprattutto durante il periodo invernale, per esempio perché si aprono di meno le finestre e si fa ricircolare poco l’aria, oppure se la zona in cui si vive è particolarmente inquinata.

Per avere un riscontro oggettivo dei valori che mostra Yukon si può verificare il risultato sul sito dell’Agenzia Regionale di Protezione dell’Ambiente (ARPA).

Qualità dell’aria outdoor

Occuparsi della qualità dell’aria significa migliorare il proprio stile di vita. Si deve, quindi, imparare a prevenire situazioni in cui la salute viene messa in pericolo e utilizzare abitudini più qualitative in fatto di salubrità.

Per questo motivo conoscere anche la qualità dell’aria outdoor può aiutare a capire se areare i locali aprendo porte e finestre (specialmente durante il giorno) sia una buona idea; qualora l’aria outdoor risultasse inquinata oltre la soglia della normalità (per esempio per i gas di scarico derivante dal traffico stradale) è chiaro che converrebbe utilizzare una soluzione diversa.

Oppure per assicurarsi che la propria passeggiata al parco, per esempio, sia davvero un’attività salubre e non il contrario.

Come tener d’occhio la situazione dell’inquinamento in Lombardia

Nonostante tra gli Stati membri dell’UE, l’Italia svolga un ruolo importante, come dimostra il 10,4% delle pubblicazioni in materia di qualità di aria interna (IAQ) degli ultimi due decenni; a differenza degli altri Paesi, nella legislazione italiana non esiste alcun riferimento specifico relativo all’aria respirata in ambienti residenziali.

Come per i valori indoor, l’ARPA Lombardia può aiutare a capire se l’aria outdoor nella zona in cui si vive sia salubre oppure no. È possibile anche scaricare un’app dedicata per monitorare in tempo reale l’aria esterna che si sta respirando.

Inoltre, cliccando qui è possibile leggere il rapporto sulla salute dell’ambiente in Lombardia.

Noi di Yukon rileviamo la qualità dell’aria e monitoriamo i risultati della situazione dell’ambiente indoor. Ti aiutiamo a rendere gli spazi chiusi che frequenti, luoghi in cui stare tranquilla/o.

Vuoi restare aggiornata/o sul tema della qualità dell’aria?

[Segui il nostro blog]